Seychelles in gravidanza – La Digue il paradiso

I due giorni successivi trascorrono al lento ritmo isolano, ci siamo adeguati piacevolmente a fare tutto con calma, tanto io non riesco ad andare di corsa. Ormai siamo padroni dell’ intera isola e la percorriamo, in sella delle nostre biciclette retrò, in largo e lungo. Andiamo a vedere la più famosa spiaggia dell’isola, Anse d’Argent, che più che una spiaggia direi essere una serie di insenature tra i massi di granito dove i colori del mare sono pazzeschi, di un turchese che vediamo solo in piscina. Arrivando molto presto all’inizio godiamo di una completa solitudine e pace.
Quando inizia a popolarsi, ripartiamo per poi tornare al tramonto.

Ad Anse Severe proviamo invece la nostra attrezzatura da snorkeling, appena ci allontaniamo dalla riva iniziamo a vedere una serie di bei pescioni, compreso il pesce pappagallo, ricci, coralli e il pesce zebra, questo è il nome che gli ho dato io, poi il Tommy ha iniziato a puntare forte, così siamo rientrati.

Curiosità: la domenica mattina abbiamo incontrato diverse persone che tenevano in mano una palma, inizialmente sono rimasta incuriosita, poi ho capito, è la domenica delle palme e qui in chiesa ti danno proprio la palma anziché l’ulivo come avviene da noi.

CONCLUSIONI: L’isola è piccola, ma ricca di cose da fare e da vedere, il tempo vola e se avessimo saputo che si stava così divinamente, saremmo rimasti almeno una settimana. Ci rimarrà nel cuore, per il suo minimalismo, la semplicitá, la tranquillità e comunque la gentilezza degli abitanti.

Ti potrebbe interessare
Continua

Tunisia in BMW GS1150 Adventure

Eccoci tornati dal nostro primo viaggio in moto, il primo “vero” viaggio in moto, 2300 km di Tunisia…. Era da tempo che coltivavamo il sogno di raggiungere il deserto in sella alla nostra moto, una BMW GS 1150 ADVENTURE, una nave del deserto appunto! Ed il sogno finalmente si avvera e rispecchia pienamente tutte le nostre fantasie che avevamo creato su questi paesaggi irreali, da fiaba. La Tunisia è stata tutta una scoperta sia dal punto di vista paesaggistico culturale che dal punto di vista umano. Abbiamo incontrato delle persone fantastiche, pronte in ogni momento a darci una mano, ospitarci, e consigliarci su quello che era giusto fare o no, e senza voler nulla in cambio, pura e semplice ospitalità, ormai sempre più difficile da trovare. Leggete il diario scritto da Chiara per vivere insieme a noi questo splendido paese.
Continua